Comunicati Stampa

Il Consiglio comunale di Valtournenche si è riunito, mercoledì 27 ottobre 2021, e si è aperto con l’approvazione dei verbali della seduta precedente.

I consiglieri hanno poi riconosciuto la legittimità di un debito fuori Bilancio. Il segretario comunale ha spiegato che, nel 2016, il responsabile dell’area tecnica aveva affidato a un ingegnere la progettazione definitiva ed esecutiva, la direzione lavori e il coordinamento della sicurezza per la realizzazione di un nuovo terminal bus a Breuil-Cervinia. Era poi stata autorizzata una perizia di variante e suppletiva, approvata dalla Giunta nel luglio 2017. Gli oneri professionali della perizia (2.175,38 euro) non erano stati impegnati e non si era potuto procedere al pagamento. L’ingegnere si è rivolto al giudice di pace, che ha imposto la liquidazione entro il 1° novembre. In considerazione del fatto che la perizia aveva determinato un’utilità e un arricchimento per l’ente, il Comune non si opporrà alla decisione del giudice e pagherà la prestazione. 

È stata quindi quindi illustrata e posta in votazione la terza variazione al Bilancio di previsione 2021/23 e al relativo Documento unico di programmazione, che porta a un pareggio, per il 2021, sulla cifra di 23.199.519 euro. L’assessore Elisa Cicco ha spiegato che vi sono maggiori entrate correnti per un trasferimento regionale di 4.210 euro per l’attività del Distaccamento volontario dei Vigili del fuoco. Per variazioni fra capitoli di spesa, vi sono maggiori spese correnti per 34.076 euro e minori per 117.200 euro. Fra le spese in conto capitale si evidenziano 76mila euro per viabilità e infrastrutture stradali e 11mila per hardware. 

Approvata l’adozione della terza variante non sostanziale al Piano regolatore, per l’inserimento di areali di base per l’attività di Eliski e di soccorso sulla tavola P4. Correlata, vi era l’approvazione del nuovo Regolamento eliski convenzionato, per compensazione nell’utilizzo di aree consorziali o di proprietà privata.
Il consigliere delegato Stefano Gorret ha spiegato che ci si avvicina al termine dell’iter di aggiornamento della cartografia eliski richiesta dalla normativa regionale, atteso entro
il nuovo anno. «Un iter complesso - ha precisato - perché si tratta di un’innovazione sostanziale, che comporta una serie di nuove esigenze sul territorio e di pianificazione territoriale e urbanistica».
Gli areali di base sono i punti di partenza dell’eliski ma - a Valtournenche - anche punti di decollo e atterraggio a scopo pubblico e privato. Ciò significa che anche gli atterraggi e i decolli così detti VIP saranno a titolo oneroso per poter compensare gli oneri di gestione e manutenzione delle aree pubbliche appositamente destinate. È evidente che dal pagamento saranno escluse le attività di lavoro aereo e soccorso. 
La grande novità introdotta dal Comune di Valtournenche e condivisa con altri Comuni interessati dallo stesso iter di adeguamento, consiste nel fatto che s’intendono gestire i rapporti con i proprietari delle aree coinvolte prevedendo un indennizzo per coloro che daranno la disponibilità delle loro aree per l’attività in questione. Per la precisione, il Comune rinuncerà al 30% dell’introito derivante dalla concessione per mettere a disposizione dei proprietari ore di volo oppure attività di ripristino sui terreni consorziali o d'alpeggio.
«Si tratta di un principio - ha concluso Gorret - che  intendiamo poi anche declinare sull’attività di mountain bike: chi mette le proprie superfici a disposizione deve compartecipare all’utile derivante».  Riponiamo grandi attese nei confronti di questa impostazione, perché potrebbe risolvere alcune questioni legate alla pratica di sport su aree private o consorziali, mai risolte in questi ultimi anni e di grande attualità».

È stata invece rinviata a prossima seduta l’approvazione preliminare della modifica alla cartografia acustica stagionale, sempre per lo svolgimento dell’attività di eliski, in quanto gli elaborati - pur essendo stati completati - sono oggetto di un aggiornamento grafico sulla base di nuove disposizioni giunte nel mese di agosto  dagli uffici regionali competenti in materia acustica. 

Il Consiglio ha preso atto delle dimissioni dalla carica di consigliere comunale e di assessore di Alessio Cappelletti e anche della nuova composizione della Giunta. La vicesindaco Nicole Maquignaz ha ringraziato Alessio Cappelletti per l’impegno dispiegato a favore della comunità e ha formulato i migliori auguri di buon lavoro al neo assessore all’agricoltura Luca Vallet. Vallet ha ringraziato per la fiducia accordatagli: «Porterò avanti questo compito con tutto il mio impegno», ha garantito.

La cittadinanza onoraria è stata conferita al Milite ignoto. È stato annunciato che, il 7 novembre, per dare maggior valore all’evento e coinvolgere la popolazione, dopo la santa messa delle ore 10 e la deposizione di una corona al monumento ai caduti, alle ore 11, nella sala consiliare, si svolgerà incontro nel corso del quale Giancarlo Telloli illustrerà il tema dei caduti nella Grande Guerra, avvalendosi della ricerca storica effettuata da Laura De Canale e concentrandosi sui caduti di Valtournenche.

Al termine dei lavori, alla presenza dei volontari dell’Avis, sono state consegnate le pouette alle famiglie dei nuovi nati nell’anno 2020 (sono stati 14). La vicesindaco ha auspicato: «Possano questi bimbi essere portatori dei valori democrazia, siano consapevoli del patrimonio culturale e se ne facciano testimoni nei confronti dei loro figli e nipoti». 

acquedotto

Acquedotto numero verde

rifiuti

Numero Verde Rifiuti

illuminazione

Sei qui: Home Informazioni Comunicati Stampa Valtournenche: l’eliski protagonista della seduta consiliare