Comunicati Stampa

Il Consiglio comunale di Valtournenche si è riunito, mercoledì 17 agosto 2022, e si è aperto con l’approvazione dei verbali della seduta precedente.

La vicesindaco ha espresso il cordoglio dell’Amministrazione e la vicinanza alla famiglia per il decesso di Don Luigi Maquignaz. Nato a Valtournenche il 24 febbraio 1929, ha studiato al Seminario di Aosta e all’Università di Friburgo. È stato ordinato sacerdote nel 1953. Ha svolto il suo ministero a Courmayeur, alla Parrocchia della Cattedrale, a Saint-Pierre, Aymavilles, Saint-Martin-de-Corléans. L’ultimo ministero ufficiale svolto da don Maquignaz è stato di direttore ed economo del Priorato di Saint-Pierre. È stato promotore del Movimento di Comunione e Liberazione, di cui è stato punto di riferimento fino alla morte.
Ha raccontato la sua vicenda umana nell’autobiografia Ho avuto una vita bellissima, dove traspare il suo profondo amore per la sua comunità e per la montagna, della quale è stato appassionato frequentatore.
I funerali saranno celebrati nella chiesa parrocchiale di Valtournenche, giovedì 18 agosto alle ore 10. 

I consiglieri hanno poi esaminato e approvato la terza variazione al Bilancio di previsione 2022/24 e al relativo Documento unico di programmazione. L’assessore al Bilancio ha evidenziato maggiori entrate pari a 75mila euro provenienti dall’Imu di annualità precedenti, 69mila euro di spese correnti per trasferimenti a istituzioni sociali private, 23mila euro di maggiori entrate in in contro capitale da concessioni edilizie, 50mila euro per manutenzioni straordinarie ad acquedotti e fognature. 

È stato approvato il Piano urbanistico di dettaglio di iniziativa privata relativo alla sottogonna Ca1 (Chaloz), che costituisce modifica al Piano regolatore. Il geometra Claudio Edifizi ha spiegato che la maggior parte dei proprietari ha aderito. Prevede la costruzione di sei fabbricati aventi come destinazione quella di abitazione principale o secondaria. Sono previste una viabilità superiore e una inferiore, che saranno mantenute dai privati. Il Comune avrà il diritto di passaggio sulla strada superiore, per accedere alla vasca dell’acquedotto. Dovranno poi essere sottoposte all’approvazione dell’ente le singole concessioni edilizie. 

Sono stati approvati l’adeguamento annuale del costo di costruzione e degli oneri di urbanizzazione e le nuove tabelle tariffarie per il 2022. Vi è un incremento del 6%, definito su base Istat.

I lavori si sono conclusi con decisioni in relazione alla Fondazione Gran Becca. A seguito delle dimissioni rassegnate da Alain Seletto, Rosanna Berthod è stata nominata consigliere. Sono state apportate precisazioni all’atto costitutivo: la dotazione della Fondazione costituente il patrimonio iniziale ammonta a 30mila euro, mentre 170mila euro costituiscono patrimonio libero.È stata inoltre prevista la possibilità di nominare un revisore unico invece di un collegio di tre componenti. Si procederà con la nomina in occasione della prossima seduta.

acquedotto

Acquedotto numero verde

rifiuti

Numero Verde Rifiuti

illuminazione

Sei qui: Home Informazioni Comunicati Stampa Consiglio comunale: approvato il Pud di Chaloz