Comunicati Stampa

Il Consiglio comunale di Valtournenche si è riunito lunedì 25 marzo e si è aperto con l’approvazione dei verbali della seduta precedente.

È stata poi approvata la prima variazione al Bilancio di previsione 2019/21 e al relativo Documento unico di programmazione. «Una variazione imposta per togliere i 402mila euro di taglio conseguenti al diverso calcolo dei trasferimenti da parte della Regione autonoma Valle d’Aosta», ha detto il sindaco Jean-Antoine Maquignaz, che ha aggiunto: «È vero che Valtournenche ha un introito Imu significativo dalle seconde case ma è altrettanto vero che eroghiamo numerosi servizi e contribuiamo in maniera significativa al Bilancio dell’Unité des Communes. Bisognerà che questa legge di ripartizione sia rivista». La variazione, che incide sulle spese correnti, è stata illustrata dall’assessore al Bilancio Elisa Cicco. I tagli incideranno nella misura seguente: 140mila euro su manutenzioni ordinarie, 48.800 sui servizi esterni, 53mila euro sui contratti di servizio, 41mila euro sull’organizzazione degli eventi estivi, 11.280 euro sui beni di consumo, 59.200 da economie sui trasferimenti all’Unité, 56.405 sul fondo crediti di dubbia esigibilità. «Con il rendiconto 2018, in approvazione in aprile, cercheremo comunque di ripristinare la maggior parte di queste riduzioni», ha annunciato l’assessore Cicco.
Sono stati approvati i Regolamenti in materia di entrate comunali per l’anno 2019, inserendo la possibilità di dilazionare i pagamenti degli utenti morosi con il meccanismo del ravvedimento operoso.
È stata effettuata la verifica degli equilibri funzionali del Piano regolatore al 31 dicembre 2018 ed è emerso che vi è ancora la possibilità di realizzare nuove costruzioni a carattere alberghiero e residenziale.
Sono state adottate due varianti non sostanziali al Piano regolatore, articolate in una ventina di modifiche. La loro finalità (oltre alla correzione di alcuni refusi) è duplice: da un lato incrementare la possibilità per i privati di destinare propri spazi all’accoglienza turistica extra-alberghiera; dall’altro migliorare la viabilità nella zona del Giomein. Alcune varianti non sono state approvate dalla Regione: alcune relative alla trasformazione edilizia di immobili abbandonati, un’altra per l’apertura di una seconda porta di sicurezza in un parcheggio interrato. «Non condividiamo le valutazioni dell’Amministrazione regionale e riproporremo queste modifiche come varianti sostanziali. Se anche in questa formulazione fossero bocciate, valuteremo il ricorso al Tribunale amministrativo», ha commentato Maquignaz.
È stato effettuato l’adeguamento annuale del costo di costruzione e degli oneri di urbanizzazione, approvando le nuove tabelle tariffarie per il 2019. Sono stati effettuati esclusivamente di aumenti previsti dalla legge sulla base dell’indice Istat.
Infine i consiglieri hanno approvato la progettazione in unica fase per i lavori di manutenzione della strada in frazione Loz. L’assessore ai Lavori pubblici Alessio Cappelletti ha spiegato che la parte storica della fazione presenta una pavimentazione degradata. Si prevede di sostituirla togliendo l’asfalto e posizionando cubetti in pietra di diorite posati ad archi contrapposti su letto di sabbia e sottofondo in calcestruzzo. I sottoservizi non saranno toccati, poiché erano già stati rifatti. L’intervento prevede 106mila euro di lavori e 10 mila di spese tecniche, al netto d Iva. L’auspicio è di procedere con l’appalto nella tarda primavera. Il sindaco ha precisato che l’Amministrazione prevede di procedere con interventi analoghi anche per le altre frazioni, secondo un piano legato alle disponibilità di Bilancio.
Le comunicazioni di sindaco, assessori e consiglieri hanno concluso la seduta.
Il consigliere Tiziana Daudry ha segnalato che, nella prima settimana di aprile a Valtournenche e nella seconda a Cervinia, si procederà alla posa dei fiori per le festività pasquali. Ha aggiunto che un vivaio di Aosta ha offerto ai privati uno sconto del 10% se sceglieranno gli stessi fiori individuati dal Comune. Sarà prodotta locandina per fornire tutte le informazioni necessarie.
Il consigliere Stefano Gorret ha annunciato che il Tour du Mont Rose ha accolto la richiesta di integrare la porzione di territorio di Valtournenche interessata dal percorso. Ci saranno tre ore in più di cammino e una notte di soggiorno. Il nuovo percorso potrà essere utilizzato già nell’estate 2019.
L’assessore Rino Pascarella ha ricordato che è ancora possibile iscriversi al corso per l’utilizzo del defibrillatore che inizierà in maggio e al quale hanno già aderito 15 persone.
L’assessore Alessio Cappelletti ha segnalato che vi sono stati alcuni problemi di caduta sassi sulla strada di accesso alla frazione Val Martin (per passaggio di animali selvatici a monte). I geologi della Regione hanno indicato di intervenire con un primo disaggio di tutto ciò che era pericolante (ed è stato fatto lunedì 25 marzo) Si prevede poi di ingabbiare l’intera parete rocciosa. Il contributo regionale dovrebbe coprire l’85% della spesa, considerata di somma urgenza.

acquedotto

Acquedotto numero verde

rifiuti

Numero Verde Rifiuti

illuminazione

Sei qui: Home Informazioni Comunicati Stampa Valtournenche: tolti 402mila euro dal Bilancio 2019