Comunicati Stampa

Il Comune di Valtournenche rilancia, con l’avvio della stagione estiva 2019, la campagna sulla sicurezza in montagna.

Hire a guide, climb safe è lo slogan con il quale l’Amministrazione incentiva, dal 2018, tutti i frequentatori del Cervino ad approcciarsi alla montagna in sicurezza. E ciò significa attrezzatura adeguata, cognizione delle previsioni meteorologiche e coscienza delle proprie capacità. La scelta di affidarsi a una guida alpina esperta e preparata è l’atout che può salvare la vita.

Il rilancio della campagna avviene in concomitanza con la decisione di regolamentare gli accessi alla Capanna Carrel, con prenotazioni aperte dal 20 giugno. Una decisione presa dalla Società Guide del Cervino che l’Amministrazione condivide.

«Cogliamo anche l’occasione per invitare i frequentatori della nostra montagna - aggiunge il sindaco di Valtournenche, Jean Antoine Maquignaz - ad attenersi a regole di comportamento che siano maggiormente rispettose dell’ambiente. Durante la bella stagione le guide alpine trasportano a valle chili e chili di immondizia. Buona regola è che ciò che si porta in vetta torni anche a casa con noi, non venga gettato nella natura».

«La prenotazione obbligatoria della Capanna è una decisione che potrà essere criticata - afferma la vicesindaco di Valtournenche, Nicole Maquignaz - ma rappresenta una scelta coraggiosa che noi condividiamo. Lo scorso anno ci sono stati sette morti sul Cervino; con le prenotazioni della Capanna si eviterà il sovraffollamento di uno spazio che ha un numero di posti limitato, e si ridurranno potenziali situazioni di pericolo».